Storia dei Puzzle nei Secoli

Ecco la storia dei puzzle nei secoli: nelle varie civiltà ci sono state forme di enigmi e puzzle.
In ordine cronologico:

 

2300 a.C.: prima delle incarnazioni moderne delle varietà di puzzle che vendiamo – i disegni a labirinto erano popolari in tutto il mondo, in particolare nell’Antica Grecia e in Egitto. Questo tipo di immagini hanno un significato religioso e spirituale nelle culture antiche.

Uno dei labirinti più famosi era l’Antico Labirinto cretese, presumibilmente costruito dal re Minosse di Grecia per il suo Minotauro (Un mezzo uomo mezzo toro). Il labirinto esisteva in realtà, ma la storia del Minotauro è solo una leggenda popolare.

2250 A.C: Il primo puzzle tattile è arrivato circa 500 anni dopo i primi disegni del labirinto, risalente al 2550-2250 a.C.. Comparendo inizialmente nella Valle dell’Indo e Mohenjo-Daro, una delle prime civiltà umane conosciute – apparve una sorta di puzzle di destrezza, simile ai famosi Maiali nel trifoglio. Questa sembra la prima manifestazione fisica dei labirinti popolari nell’antica Grecia e in Egitto.

1.000 A.C: Vascello di fondo: Chinese Puzzles, un fantastico sito web di enigmistica, fa un ottimo video su questa varietà. Questi puzzle bottom fill sono stati trovati per la prima volta a Cipro intorno al 1.000BC con versioni decorative trovate in Cina intorno al 900 d.C.

Una pentola che riempie il fondo non ha coperchio e viene riempita attraverso un foro sul fondo. Quando il puzzle è girato, sorprendentemente, non c’è alcuna perdita. Un’altra versione di questo è la tazza della giustizia che contiene una moderata quantità di liquido, ma quando viene riempita fino in cima tutto perde.

220 A.C: Non proprio un puzzle, ma certamente un trucco: la coppa di risonanza può essere fatta risalire all’antica tradizione taoista in Cina durante la dinastia Han (220 a.C. – 9 d.C.).

Viene chiamata con molti nomi come “Bronze Dancing Water Basin” (bacino d’acqua danzante in bronzo) e “Chinese Spouting Bowl” (ciotola di risonanza cinese) – Classicamente realizzata in bronzo fuso in una fonderia, queste venivano realizzate nei primi templi taoisti a scopo di meditazione e venivano utilizzate anche come giocattolo dall’alta borghesia. Si dice che stimolino la mente, massimizzino i muscoli e offrano molta felicità a chi lo usa.

200 A.C: Roma – Anelli a scomparto segreto: leccare i medaglioni, ma per gli anelli, spesso con scomparti segreti che possono essere manovrati con una leva o una chiusura.

395 d.C.: Lo stomaco è un puzzle di dissezione di 14 pezzi: simile nello stile a un puzzle di Tangram.il puzzle è indicato come il “Loculo di Archimede”. O il “Sintemachione” nei testi latini. Nel novembre 2003 Bill Cutler ha trovato questi per possedere 536 possibile disposizione distinta dei pezzi per fare un quadrato.

Il Roman Trick Lock, è datato al carbonio a circa 100-400 d.C. – si apre come un medaglione con una leva segreta di trazione. Sembra che le serrature a scrocco di vari stili fossero popolari in giro per l’Antica Roma, con una serratura a combinazione che è stata scavata da una tomba d’epoca romana ad Atene. Al puzzle scavato era allegata una piccola scatola, che presentava diversi quadranti al posto dei buchi della serratura – cosa che sarebbe stata molto sofisticata per l’epoca.

L’ingegnere musulmano Al-Jazari ha documentato per la prima volta una serratura a combinazione nel suo libro “The Book of Knowledge and Mechanical devices” – datato intorno al 1206.

1400: Le Puzzle Vessilli o brocche Puzzle, sono considerate come uno dei più antichi rompicapi meccanici. Il trucco consisteva nel bere dalla brocca E nel non rovesciarne il contenuto.

Questi rompicapi hanno una serie di buchi che perdono se si beve normalmente. Il trucco consiste nel trovare il tubo che scorre nella brocca, coprire i fori che la attraversano e succhiare il contenuto come una cannuccia.

1500: gli anelli cinesi di Cardan, realizzati da Geronimo Cardan. Anche se questo dovrebbe essere il primo puzzle di districamento conosciuto – altri riferimenti risalgono a un puzzle della dinastia cinese Sung – dove l’originale è stato realizzato da Hung Ming, un famoso eroe cinese.

Comunemente chiamato il Baguenaudier è un puzzle di disentanglement con un anello che deve essere staccato dalla sequenza di anelli su pilastri interconnessi.

1636: Germania, il Puzzle del Sigillo di Salomone è un altro puzzle di disentanglement. Quello di Fred Gunfeld, Games of the World, lo chiama il “puzzle africano” – tuttavia non ci sono prove che i rompicapi provengano dall’Africa, è stato descritto nel primo Europ moderno nel 1636 in Germania, nel 1725 in Francia e nel 1747 in Italia.

1698- Puzzle di Burr: Uno dei giochi di puzzle più popolari al mondo. L’origine di un Burr Puzzles è sconosciuta, ma appare nei documenti già nel 1698, quando fu illustrato sul frontespizio della Ciclopedia di Chambers.

Il Grande Zoccolo del Diavolo è il primo esempio conosciuto di questo puzzle. Composto da 24 pezzi di legno, abbiamo qui un puzzle simile, chiamato la doppia serratura – a- palla.

Anche il popolare puzzle a 6 pezzi, chiamato anche lo zoccolo del diavolo, fu registrato in questo periodo, ma fu brevettato per la prima volta negli Stati Uniti nel 1915.

1699 – Coltello Puzzle spagnolo – La prima metà del XVII secolo vide l’aumento della popolarità dei coltelli pieghevoli. I coltelli da puzzle erano una variante di un prodotto popolare dell’epoca, ogni puzzle aveva un proprio meccanismo di apertura individuale, che di solito si basava su rivetti.

Alcuni erano realizzati con serrature a combinazione, come i quadranti numerati – come si è visto sopra. Questi puzzle di coltelli sono spesso decorati e incisi in modo stravagante.

1743 – Le tavole della saggezza sono una delle prime versioni del classico puzzle Tangram che si trova in Giappone con il nome di Sei Shona-gon Chie No-Ita – il puzzle ha conquistato il mondo all’inizio del XIX secolo dopo essere stato regalato al capitano M. Donaldson durante una visita a Canton.

Il puzzle è stato originariamente reso popolare dall'”Ottavo Libro di Tan” – che sosteneva che il puzzle era stato originariamente realizzato da un antico dio cinese – una storia invero improbabile ma divertente.

1790 – Sliding Puzzle/Dissection Puzzle; trovò una rinascita alla fine del XVIII secolo. Come il Gioco delle frasche e dei ganci e puzzle simili in stile pentomino.

1760: Jigsaw Puzzle – Risale al 1760, quando i cartografi europei incollavano le mappe e le tagliavano in piccoli pezzi, da allora sono sempre stati i preferiti dalle famiglie e, infatti, i puzzle Jigsaw sono ancora oggi utilizzati nel sistema scolastico americano per i bambini tecnici della geografia.

Gli inventori del diciottesimo secolo che hanno inventato i puzzle rimarrebbero stupiti nel vedere le trasformazioni degli ultimi 230 anni. I puzzle per bambini sono passati dalle lezioni all’intrattenimento. Intorno al 1910, la domanda di puzzle per adulti è cresciuta e si è trasformata in una vera e propria mania. All’inizio i rompicapi erano solo per l'”alta società e la nobiltà europea” – un po’ lontano da quello che conosciamo oggi.

1760; Paesi Bassi: Scomparti segreti in tutto! Classicamente realizzati con pezzi di mobili per la casa, erano progettati per proteggere la casa dai ladri, ogni cassettiere aveva uno scomparto segreto.

1800s: Scatole Puzzle, Giappone – In un po’ di storia, la Scatola Puzzle giapponese o Himitsu-Bako ha avuto origine dal distretto di Odawara di Kanagawa, Giappone. Non si conosce la data esatta, ma hanno cominciato ad apparire nel tardo periodo Edo. Questa straordinaria gamma di rompicapi è stata splendidamente realizzata da artigiani giapponesi per 3 generazioni nella regione. Il fascino delle Scatole giapponesi non è solo nella loro natura divertente, ma è anche un tesoro come forma d’arte tradizionale giapponese. I motivi di colore ipnotico sono creati utilizzando una combinazione di legni colorati naturali.

1883: Torre di Hanoi: Progettata da un matematico francese specializzato nella teoria dei numeri. Il puzzle ha 3 chiodini e un numero di dischi che aumentano di dimensione – il problema è che non si può mettere un disco più piccolo sotto uno più grande. Questo puzzle è stato reso popolare sullo schermo con Planet of the Apes e Star Wars e Doctor Who.

1865: Puzzle della Piramide: originariamente realizzato nella campagna pastorale di frontiera, dai padri pionieri come giocattoli per i loro figli. Il puzzle della piramide rappresenta un pezzo importante della storia americana, un’estetica semplice e incontaminata, tagliata con l’ascia da rami di alberi e rami arbitrari.

1894: Puzzle di Klotski: Brevettato per la prima volta da Henry Walton, è una forma popolare di puzzle scorrevole. Tradizionalmente si cerca di spostare il blocco più grande dall’alto verso il basso: ne abbiamo diverse versioni – il sole al tramonto, la partita di calcio x 2 e il baseball. Il Huarong Dao è la versione cinese del gioco che ha un’interessante favola allegata ad esso – potete saperne di più qui.

1930: I puzzle Kumiki hanno le loro radici nel minimalismo giapponese, usato per la prima volta nell’antichità giapponese. I puzzle Kumiki giapponesi si basano su uno stile di costruzione di case in legno che permette alle case di rimanere stabili anche in condizioni climatiche estreme e in caso di terremoti. Gli enigmi sono stati ripresi dai falegnami giapponesi. Tsunetaro Yamanaka, è stato il primo artigiano ad applicare questa filosofia nella progettazione di puzzle – sono diventati famosi per la loro intelligente interpretazione di oggetti, animali e automobili prima di ramificarsi in forme astratte.

1933 – Il Soma Cube è un solido puzzle di dissezione inventato da Piet Hein nel 1933 durante una conferenza sulla meccanica quantistica. Ci sono 7 pezzi fatti di cubi unitari che possono essere assemblati in un cubo 3 x 3 x 3. I pezzi possono essere utilizzati anche per realizzare altre forme.

1974: Il cubo di Rubik è un puzzle combinato 3-d inventato nel 1974 da Erno Rubik. È ampiamente considerato non solo il puzzle più venduto di tutti i tempi, ma anche il giocattolo più venduto – con circa 400 milioni di vendite in tutto il mondo. La sua influenza sulla cultura popolare è stata tale che è nata una cultura di “cubi” che si mettono alla prova contro il tempo.

1981: Pyraminx – Anche se concepito per la prima volta da Uwe Meffert nel 1970, è stato messo in produzione solo nel 1981. Meffert menziona spesso che la piramide non sarebbe mai stata realizzata se non fosse stato per il cubo di Rubik, che è di un simile stile rotante.

 

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More